Cimiez Boulevard > La guida di Cimiez > La storia di Cimiez

Cimiez, la storia di una collina

La collina di Cimiez è la culla romana della città di Nizza e della sua regione. Nell'antichità "Cemenelum" era una città a tutti gli effetti, un rivale di "Nikaia" la greca situata in riva al mare. Cimiez conobbe il suo periodo di massimo splendore durante la Belle Época quando diventò la destinazione preferita dei re e delle regine d'Europa: la regina Vittoria, re Edoardo VII, re Giorgio V, re Leopoldo II, hanno tutti soggiornato a Cimiez, e differenti vie di Cimiez portano tutt’oggi i loro nomi.

Il Boulevard de Cimiez, creato alla fine del XIX secolo sotto l'impulso dell'architetto Sébastien Marcel Biasini, è l'asse centrale e sontuoso del quartiere.

Grazie al pregio dei suoi immobili residenziali, e alla presenza di innumerevoli edifici storici, Cimiez è oggi uno dei quartieri più ricercati di Nizza. Tra gli edifici storici importanti sono degni di nota la Chiesa dei monaci francescani, risalente al XVI secolo, e il monastero di Cimiez, nel cui cimitero riposano i pittori Henri Matisse e Raoul Dufy.

Altro luogo emblematico i giardini del monastero, che offrono una magnifica vista sulla città e sul mare; senza dimenticare le rovine romane, l'anfiteatro, le Terme e la Basilica paleocristiana.

Infine, passeggiando per il quartiere, si possono vedere diversi palazzi risalenti alla Belle Époque, tra cui il prestigioso Hotel Regina residenza invernale della regina Vittoria e della sua corte, il Winter Palace, il Riviera Palace, Le Majestic, l'Alhambra o ancora l’Hermitage.

Tutti questi Palazzi-Hotel sono ora trasformati in lussuose residenze residenziali